Blues Traveler by Konrad  

Il Backup in linea

Con l’avvento dei sistemi di backup “sulla nuvola” come Google Photo o Amazon Cloud Drive che permettono di caricare un numero indefinito di foto in rete solo a certe condizioni diventa difficoltoso gestire “la quota” ossia lo spazio che ci viene donato.

Uno dei problemi fondamentali di Google Photo è che lo spazio “infinito e gratuito” è limitato solo alle foto caricate in modalità “alta qualità” il che vuol dire che vengono ricompresse con algoritmi simili a JPEGmini prima di essere archiviate.

Se si usa il software desktop per l’upload e si imposta il caricamento come “qualità originale” in breve tempo lo spazio disponibile termina.

Recuperare lo spazio perduto

Fortunatamente Google ha messo a disposizione un tool per ricomprimere tutte le foto “originali” e riguadagnare l’agognata quota disco.

Da Google photo selezionare Settings (o l’equivalente in italiano)

PHOTO1

e cliccare su Recover Storage (o l’equivalente in italiano)

PHOTO2

nel giro di qualche ora la quota disco libera  che si può controllare qui: https://www.google.com/settings/storage

tornerà ad essere finalmente favorevole e disponibile per le nostre mail e documenti.

Note

Google photo non è esattamente un sistema di backup, ma è gratis, comodo e per ora funziona so che molti storceranno il naso all’idea di avere solo jpeg ricompresse, ma se ci pensate è un servizio comodo come “ultima spiaggia dopo che il disco da 2Tera è caduto in terra” e per condividere velocemente foto e album con amici.

Per un sistema piu “solido” consiglio di pagare i 20€ all’anno di Amazon Prime e sfruttare lo spazio gratuito che viene fornito, qui oltre ai jpeg si possono salvare anche i file RAW, cosa non da poco.

Milano / Gennaio 2016

Milano / Gennaio 2016

Milano/Gennaio 2016 , Milano 2016
by ☰☵ Michele M. F. , on Flickr

Circa un annetto fa ho comprato questi tubi di prolunga macro AF su Amazon:


Meike Tubo di prolunga automatico per Nikon

Quello che cercavo era un kit che mi permettesse di mantenere l’AF della mia D300 sia con gli obiettivi AF-D che AF-S quindi sia con i contatti elettrici che con la camma per il motore.

Il kit è formato da tre anelli 12mm, 20mm e 36mm che permettono quindi di spaziare tra 12mm e 68mm.
Ammetto che l’anello da 36mm non lo uso praticamente mai, mentre il 12mm è sempre com me e il 20mm lo uso più di rado. Ma per cosa li uso?

Il 12mm mi permette di ridurre la distanza di minima messa a fuoco del 85mm permettendomi di fare ritratti che riempiono il “fotogramma” anche con soggetti come i bambini e conservando una buona distanza “massima” di messa a fuoco è quello che mi lascia più possibilità creative

Clone vs Pigeon 2° try

Il 20mm invece lo uso per le mie macro più spinte

2N2222a - Small Signal Switching Transistor

Visto il prezzo, è un oggetto che consiglio a tutti.

Link: Meike Tubo di prolunga automatico per Nikon

ps lo stesso kit viene venduto anche con altri nome ma suppongo sia sempre lo stesso prodotto
Kaavie – Tubo di prolunga automatico per Nikon – Set di tre tubi di prolunga Auto Focus: 12 mm, 20 mm, 36 mm – per Nikon D1 D2 D3 D3s D3x D4 D800 D800E D700 D300 D300s D200 D90 D3000 D3100 D3200 D5000 D5100 D7000 D80 D70 D70s D60 D50 D40 D40x etc.

Pixum mi ha offerto di testare uno dei suoi prodotti, il calendario fotografico in formato A3.

calendario2015_1

 

Il calendario è stampato su carta fotografica FujiFilm FujiColor presumo con Lab Frontier, la resa è molto satura e con colori vibranti senza i difetti tipici delle stampe inkjet. Ho notato un leggero sharpening applicato in automatico alle foto anche se in fare di upload avevo selezionato “nessuna ottimizzazione”

 

sharpenig

 

Ho trovato molto comodo il compositore, che permette di caricare al volo foto aggiuntive oltre a quelle caricate precedentemente (cosa che servizi come Snapfish non permettono)

calendario_0

 

I tempi di lavorazione consegna sono stati rapidi, 5 giorni lavorativi e consegna con corriere espresso in busta cartonata.

Il calendario si presenta ben rifinito, tagliato correttamente, molto massiccio dato dall’uso di vera carta fotografica e come tale lucido, se viene toccato resta il segno dei polpastrelli. E’ il tipico calendario da guardare, non è possibile scrivere o appuntare nella parte dedicata ai giorni del mese.

calendario2015_3

Unico difetto (dato dal tipo di carta) è la tendenza a imbarcarsi. Per ovviare al problema viene fornita una stecca di plastica trasparente per tenere dritta la parte finale del calendario.

calendario2015_2

con un prezzo di 22€+sp è un prodotto di ottima qualità ad un costo paragonabile a prodotti inferiori della concorrenza stampati con sistemi laser/inkjet.

Link: http://www.pixum.it/foto-calendari.

Enigma Crypto MachineEnigma Crypto Machine – Museo della Scienza e Tecnologia, Milano 2015
by ☰☵ Michele M. F. , on Flickr

Damien Hirst / Love Lost 1999
Damien Hirst / Love Lost 1999 – Fondazione Prada, Milano 2015
by ☰☵ Michele M. F. , on Flickr

Older Posts »