abbonati all RSS Add to Technorati Favorites

Blues Traveler by Konrad  


Henri Cartier-Bresson, Derriere la Gare Saint-Lazare

Henri Cartier-Bresson

Bresson detestava che le sue foto venissero tagliate per motivi di impaginaizone, tanto che quando le mandava agli editori aggiungeva una cornice nera per evitare che venissero croppate.  E’ molto ironico che una delle sue foto più famose sia in effetti un ritaglio.

4 Responses to “Icone Fotografiche #14: Derriere la Gare Saint-Lazare by Henri Cartier-Bresson”

  1. Mario Macaluso says:

    Interessante spunto :)

    E’ una questione sulla quale mi sono trovato a riflettere di recente, avendo sempre preso per assunto che il nostro amato HCB non tagliasse mai il fotogramma in fase di stampa. In realta’, osservando alcune sue stampe in occasione di esposizioni o su pubblicazioni, mi sono reso conto che spesso i formati di stampa non erano affatto compatibili con il rapporto 2:3, proprio del 24×36 mm, pur riportando la famosa cornicetta nera. Mi rendo conto che e’ una questione assolutamente ininfluente sul giudizio e sul valore “artistico” dell’autore, forse la cornicetta nera era, ne’ piu’ ne’ meno che un vezzo, ma adesso almeno so’ di poter sorridere un po’ quando sento alcuni soloni discettare in merito :)

    p.s.:
    anni e anni fa’ lessi su una rivista oggi non piu’ in edicola che un famoso esperto (fotoriparatore?) aveva scoperto dall’attento esame di un ritratto di HCB all’opera che la famosa e fidata Leica in realta (e almeno in quell’immagine) era una Canon a telemetro … un giorno di questi mi metto d’impegno per cercar di riesumare dalla cantina quella rivista :)

  2. giacomo says:

    noooo! non lo sapevo!

  3. Bresson in realtà odiava che gli editor delle riviste modificassero il taglio che lui aveva scelto per una fotografia e non, come certi integralisti vorrebbero far credere, ritagliare un fotogramma in fase di stampa.
    Questo era dovuto alla sua convinzione, che fra parentesi condivido, che modificando/ritagliando una fotografia ne si cambia il significato. Sino a poter stravolgere il messaggio che il fotografo intendeva veicolare.
    Le famose cornicette nere erano aggiunte una volta scelto il taglio della foto prima d’essere inviata agli editori per l’impaginazione, proprio per evitare che decidessero per scelta d’impaginazione o editoriale di ritagliare la foto e comunque non erano presenti nei suoi primi lavori.
    O almeno io la storia la sò così ;-D

    • Latente says:

      si ma è quello che ho detto :)
      Bresson non voleva (come è giusto che sia) che venisse modificata la sua scelta di composizione e faceva aggiungere la cornicetta nera con il marginatore prima di mandare la foto alle riviste e libri :)